Siberia: Altaj, Ukok, gli sciamani della luna dal 15 al 30 luglio 2018


Ecoturismo: viaggio a cavallo nel magico altipiano di Ukok, il pascolo celeste, e pellegrinaggio alla tomba della Principessa dell’Altaj ispirato ai principi dello Shinrin Yoku, il rituale di immersione nei boschi e inoltre rituali con gli sciamani protagonisti dei libri “Il profumo della luna” e “Discorso alla luna”: un’avventura imperdibile firmata Voyagesillumination.

Ecco per te un brano tratto dal libro di Selene Calloni Williams “Shinrin Yoku, l’immersione nei boschi”, di Selene Calloni Williams, edizioni Studio Tesi. Acquista il libro su

Il Giardino dei libri a questo link

Macrolibrarsi a questo link

Amazon a questo link

“Come si pratica lo Shinrin-Yoku

Lo Shinrin-Yoku è un’avventura di profonda comunione con la natura attuata con tutti i sensi.
Si pratica in molti modi, ma quello più tradizionale è la passeggiata e la meditazione nel bosco o nella foresta.

Il primo momento di questa esperienza è l’entrata nel bosco.

C’è sempre un momento quando ti addentri in un bosco in cui senti un cambio dell’energia, come se la vibrazione frenetica del mondo non potesse più avanzare, d’improvviso ti accorgi di essere avvolto da un alito caldo e umido di pace e profondità. In quel momento “entri il bosco”: entri nel bosco e il bosco entra in te. È proprio in quell’istante preciso che dovresti dare il via con consapevolezza e attenzione al rituale dello Shinrin-Yoku con un piccolo e semplice gesto, quasi impercettibile: abbassa la testa in segno di inchino.

Il bosco è psiche.

Inchinarsi al bosco quando vi si entra e lo si percepisce entrare in noi è un gesto che apre la porta del bosco interiore. Il bosco interiore è il bosco invisibile agli occhi comuni.

Da molto tempo ormai, quasi tutti gli anni faccio visita a Svetlana, la sciamana altaica protagonista dei miei libri ambienti in Siberia, e poi affronto un pellegrinaggio nella steppa a cavallo che dura dai sette ai dieci giorni in cui, insieme al gruppo di persone di cui sono guida, attraversiamo l’altipiano di Ukok, un luogo di estrema sacralità e misticismo al confine tra Siberia, Kazalistan, Cina e Mongolia. Qui da migliaia di anni non vi è presenza di esseri umani, solo aquile, marmotte e kurgan, le tombe degli antichi sciti, una misteriosa popolazione nomade dell’antichità, di religione sciamanica.

Prima che io mi cimenti in questa avventura insieme al mio gruppo, Svetlana fa per noi un rito per aprirci la strada. Innanzitutto brucia rametti di ginepro e con il fumo ci purifica.

Svetlana ha colto quei rametti di ginepro nella foresta dopo aver chiesto il permesso allo spirito del ginepro. Un giorno, mentre eravamo seduti intorno al fuoco, Svetlana ci ha detto che il grande male del nostro mondo è l’aver perso il senso del sacro. A causa di ciò si spacca l’atomo senza chiedere il permesso, si buca la terra e si penetra nelle vene della Madre per estrarne liquido nero, senza chiedere il permesso, nelle sale operatorie si va armati contro gli organi  -che per gli sciamani sono gli antenati- senza chiedere il permesso.

Eseguire un inchino al bosco quando lo si penetra è chiedere il permesso di entrare in comunione con l’invisibile: le energie e le idee. Queste ultime, infatti, non sono un secreto del cervello umano, esse sono dei, dee, antenati e abitano boschi e foreste.

Dopo che sei penetrato nella magia del bosco hai due possibilità: camminare o fermarti, fai in modo che entrambi siano momenti di meditazione applicando l’attenzione consapevole a ciò che accade.

Camminare con totale presenza mentale e piena attenzione cosciente è praticare la meditazione camminata.”

Un’esperienza unica che porta la firma di un decennio di esperienze di
Selene Calloni Williams in Altaj

L’Altaj è un luogo di grande magia, di archeologia, di natura selvaggia, di anima e di bellezza.

Innumerevoli volte SCW con suo figlio Michelangelo, studente di lingua e letteratura russa presso l’Università di Cambridge, e la loro amica altaica Irina hanno visitato l’Altaj intessendo una fitta rete di contatti assai preziosi con sciamani e mistici del luogo. Da qui sono nati i libri di SCW “Il Profumo della Luna” e “Discorso alla Luna” ed è nata altresì l’avventura in Altai che Voyagesillumination è felice di poter proporre oggi in assoluta esclusiva con la guida impareggiabile di Irina e il privilegio unico di essere ammessi al colloquio con sciamani straordinari: Svetlana, la grande protagonista dei romanzi di SCW, Rosa, maestra di trance, Olga, la cacciatrice di spiriti, Margherita la kazaka che parla con gli antenati, Valentina, la guaritrice e, forse, Kazimir, lo sciamano dalla pipa d’argento.

La grande Svetlana la Sciamana protagonista dei libri di Selene Calloni Williams “Il profumo della Luna” e “Discorso alla Luna” è anche campionessa di scacchi dell’Altai.

Due belle immagini di Selene Calloni Williams e Olga, la Sciamana ereditaria di sangue altaico

 

Selene Calloni Williams e Rosa, la Sciamana esperta nella trance sciamanica

Irina, Selene e Michelangelo, scopritori delle tradizioni sciamaniche più pure e autentiche e ideatori della grande avventura di Voyagesillumination.

Poi l’avventura prosegue con l’esplorazione di Ukok uno dei luoghi più fantastici, mistici e surreali del pianeta, dove sei più vicino al cielo e dove le idee ti ispirano di più. “Nessuno torna da Ukok senza un prezioso tesoro di ispirazioni creative!” (Svetlana in “Discorso alla Luna”).

Ukok a cavallo: quando il viaggio nella psiche e quello sulla terra sono due aspetti del medesimo cammino

Stare una settimana a Ukok è rigenerante per corpo e spirito: le acque purissime dei fiumi purificano l’intestino, il sistema immunitario viene rinforzato, si acquista in salute, bellezza e pace più che in qualsiasi Spa. La natura è il vero medico, il vero maestro, la vera guida.

SCW a Ukok in un momento della grande avventura a cavallo

Irina in un momento della grande avventura a cavallo

L’avventura a Ukok è proposta a cavallo perché è il modo migliore per godere delle bellezze de luogo. Ukok, il “Pascolo Celeste”, è uno dei luoghi più mistici al mondo, dove la bellezza diviene immediatamente idee creative. Non è necessario sapere andare già a cavallo per affrontare questa avventura. In loco, infatti, verranno fornite tutte le istruzioni necessarie per cavalcare. I cavalli si muoveranno quasi sempre “al passo”, mai “al galoppo”, raramente “al trotto”. I percorsi affascinanti non sono semplici, comportano l’attraversamento di paludi, torrenti, salite e discese, ma, sotto la guida esperta di Irina e degli stallieri che accompagnano la spedizione, anche l’assoluto principiante può farcela con grande soddisfazione. Un sincero aumento della confidenza in sé, la sensazione di farcela in qualsiasi situazione e la certezza di poter realizzare i propri obiettivi fanno di questo viaggio un capolavoro di coaching psicologico e di crescita personale.

Panorama dalla tenda

PROGRAMMA DI MASSIMA

Domenica 20 maggio e domenica 17 giugno dalle 10 alle 20 due giornate di seminario di preparazione al viaggio,  condotte da  Selene Calloni Williams presso Hotel Melia, via Masaccio, 19, Milano.

Partenza dall’Italia 15 luglio 2018. 

Arrivo a Gorno Altaisk, alloggio in un confortevole albergo e visita del museo dedicato alla Principessa dell’Altai: prima immersione nella cultura sciamanica e nel mito.

16 luglio. Partenza per Kosh Agach il villaggio immerso nella steppa dove sono ambientati i libri di SCW. Sarai avvolto da un’atmosfera surreale, come avessi raggiunto un mondo “altro” dove ogni magia può accadere.

17, 18, 19, 20 luglio incontri personali e rituali di gruppo con gli sciamani. Pernottamento in comodo albergo. È qui che la vita cambia. È qui che una vera rinascita ha inizio tra voli di grandi nibbi e oche selvatiche.

21 luglio partenza per Giasator. Lungo la strada visita a un sito megalitico tra i più misteriosi e suggestivi al mondo. Giasator è un villaggio alle porte di Ukok abitato da mandriani che sanno vivere a meno cinquanta. Pernottamento in capanna o in tenda. È qui che l’avventura vera ha inizio.

22 luglio. Partenza per Ukok a cavallo

23, 24, 25, 26, 27 luglio. La grande avventura  a Ukok tra aquile e marmotte con visita di luoghi di una bellezza eccezionale dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco e pellegrinaggio alla tomba della Principessa dell’Altai.

28 luglio rientro a Giasator, sauna e pernottamento in capanna.

29 luglio partenza per Barangol, cena e pernottamento.

30 luglio rientro in Italia

Il viaggio è condotto da Irina, guida e interprete di grande esperienza che ha lavorato per diversi anni al fianco di SCW. Irina parla inglese e tedesco. Sarà presente anche una seconda interprete parlante italiano che assisterà durante i colloqui con gli sciamani e per tutto il viaggio.

Conoscerai in presa diretta i magici ambienti de: “Il Profumo della Luna” e “Discorso alla Luna“.

Acquista il libro

Leggi un estratto

Scopri tutto su questo meraviglioso “racconto di potere”

Acquista il libro

Leggi un estratto

Scopri tutto su questo meraviglioso “racconto di potere”