Sri Lanka: Itinerario “Meditazione, parchi naturali e Ayurveda nell’isola splendente”


Qui si comprende e pratica la meditazione buddhista, nei luoghi di straordinaria bellezza dove i monaci eremiti vivono, studiano e meditano, dormendo in grotte naturali o in eremitaggi dalla storia millenaria. Uno di loro, il reverendo Gotatuwe Sumanaloka Thero, ci farà eccezionalmente da guida lungo un itinerario che unisce spiritualità, natura, benessere. Accanto a lui, presente fin dall’Italia, Raffaella Boschiasso, la guida di Voyagesillumination, che é stata allieva dei più significativi maestri della tradizione theravada viventi in Sri Lanka.

Lo Sri Lanka, che insieme alla Birmania vanta la più rigorosa e radicata tradizione buddhista, ospita centri di meditazione dove si può mangiare, meditare e compiere rituali insieme ai monaci. Un’esperienza unica per chi voglia immergersi nella natura e apprendere dal vivo i segreti della meditazione, fonte di rigenerazione del corpo e nutrimento dell’anima. Uno di questi, il più antico, si trova poco distante da Kandy, cittadina deliziosamente britannica e coloniale. L’altro, è a Nimalawa, nei pressi del parco nazionale di Yala. Nel tratto di strada tra i due, si erge una montagna di altezza vertiginosa rispetto al resto dell’isola: è l’Adam’s Peak, considerato sacro da cristiani, musulmani e buddisti. Ne raggiungeremo la vetta con un’ascensione notturna per assistere, all’alba, allo straordinario spettacolo del sole che si alza e abbassa tre volte prima di levarsi. Naturalmente, non mancherà qualche giorno sulle bianche spiagge del sud, in una spa resort dove beneficiare di trattamenti ayurvedici e yoga.

PERCHÈ VIAGGIARE CON NOI.

Selene Calloni Williams, la fondatrice di Voyagesillumination ha vissuto per oltre sei anni nello Sri Lanka. Anche Raffaella Boschiasso, sua allieva, ha speso molto tempo sull’isola. Entrambe hanno studiato e praticato meditazione presso i più significativi eremi theravada della foresta. Selene si é diplomata presso l’Oriental Yoga Academy di Colombo. Il Reverendo Gotatuwe Sumanaloka Thero é uno dei maestri spirituali più apprezzati nell’isola e anche in Europa, nonché esperto conoscitore della medicina ayurvedica.

Con un simile trio che coopera, il risultato non é certo un viaggio come un altro.

Se vuoi fare una vacanza intelligente nella quale non solo andare alla scoperta di luoghi d’eccezione, ma anche curarti di te attraverso l’ayurveda, la meditazione e lo yoga, questa é l’occasione ideale.

Nei suoi libri Iniziazione allo Yoga Sciamanico ed. Mediterranee e Yogin e Sciamano ed. Promolbri, Selene Calloni Williams racconta l’avventura della sua iniziazioe allo yoga, allo sciamanismo e alla meditazione nell’isola di Sri Lanka.

Riportiamo un brano da un libro di Selene Calloni Williams che ti potrà ispirare.

Selene Calloni Williams, mi presento.

Chi sono io?   

Mi presento. A diciannove anni perdo mio padre, un aviatore, avventuriero che mi lascia in eredità i suoi libretti di volo relativi ai periodi di guerra, in cui era dedito al trasporto dei feriti, e a quelli di pace, le sue medaglie di partecipazione alla gara automobilistica la Millemiglia e  alla gara motociclistica la Milano-Taranto. L’eredità di mio padre è per me la prima grande fonte di apprendimento del coraggio e il richiamo più irresistibile all’avventura. A pochi giorni dalla morte di mio padre, disperata, con nessuna voglia di continuare a vivere, nel tentativo di “fuggire dal mondo”, accetto un lavoro che mi porta nell’isola di Sri Lanka.

Fortunate coincidenze mi permettono di rimanere nell’isola per oltre sei anni senza preoccupazioni economiche pur con un minimo impegno di lavoro. Ho molto tempo per pensare in una isola in cui non ho amici né distrazioni di alcun genere. Quando incontro il mio maestro, Michael Williams, sono nelle condizioni ideali per apprendere.

Michael è un professore universitario di inglese in pensione, ma è soprattutto uno yogin e uno sciamano. Ha personalmente conosciuto Sri Aurobindo quando il maestro era ancora in vita. Michael mi inizia allo yoga, allo sciamanismo e mi introduce alla frequentazione degli eremi theravada della foresta, dove gli eremiti praticano meditazione.

Sei anni dopo il nostro primo incontro, avendomi dato tutti i segnali dell’evento e le istruzioni per la continuazione, anche Michael mi lascia, lascia il corpo, corpo che non verrà mai ritrovato dalle autorità che, dopo averlo dato per disperso a lungo, ne devono dichiarare la morte. I suoi discepoli più stretti, dall’India all’Australia, all’Europa, sono certi che egli abbia trasmutato il suo corpo, come la tradizione vuole che ogni grande maestro faccia, nel corpo di arcobaleno.

Io ho avuto prove tangibili della veridicità della leggenda del corpo di arcobaleno che i grandi yogin lascerebbero morendo, ma non posso entrare nel vivo dell’argomento in questa sede. Dirò solo che quando ripercorro la strada che, passando per l’interno dell’isola e attraversando la giungla, porta da Matara a Nuwara Elya, sento la sua presenza nella fitta vegetazione che mi avvolge e mi ispira. Michael è scomparso lungo quel percorso, mentre con la sua jeep stava spostandosi da Matara, dove aveva tenuto una conferenza all’Università, a Nuwara Elya dove aveva una bella casa in stile coloniale.

Dopo la scomparsa di Michael trascorro vario tempo presso il Polgasduwa Island Hermitage, un eremitaggio nella foresta del distretto di Galle, dove ho vari compagni di meditazione con i quali inizio una collaborazione proficua che continua tutt’oggi. Tra questi la mia cara amica Raffaella Boschiasso che studia cone me, pratica con me e vive con me lo Sri Lanka sui senieri dei pellegrinaggi spirituali e degli eremi della foresta

Pe me e per Raffaella camminare sulla terra e viaggiare dentro la psiche sono due facce della medesima avventura.

 CON NOI IL VIAGGIO È UNA VERA AVVENTURA  se per avventura intendi qualcosa che ti cattura fin nell’anima per trasformarti profondamente e restituirti a te stesso con nuove possibilità, nuove aperture, maggiore gioia e potenza.

La pratica di un rituale di guarigione, la Ruota di Medicina in riva all’oceano o la Canoa Sciamanica nel cuore della foresta, il pellegrinaggio sulle pendici del monte sacro recitando un mantra gli insegnamenti sulla meditazione all’interno di una grotta nel mezzo della foresta sono esperienze uniche che puoi avere con noi e solo con noi perchè le abbiamo create in molti anni e con amore.

1° e 2° GIORNO, VOLO PER COLOMBO – COLOMBO – KANDY
Visita della città e shopping. Muoveremo a Kandy alla volta del centro di meditazione di Nilambe. Lungo la strada, faremo tappa all’orfanotrofio per elefanti, centro di ricerca e riproduzione, dove vengono allevati i piccoli abbondanati dal branco.

3° GIORNO, KANDY
Trascorreremo la giornata con i monaci, praticando la meditazione theravada e condividendo i loro ritmi di vita.

4° GIORNO, KANDY
Ci sposteremo a Kandy per una visita della città adagiata sulle rive ombrose di un lago artificiale. Entreremo nel Tempio che ospita la reliquia del dente del Buddha, la più importante dell’isola, visiteremo il museo nazionale, che occupa quella che fu residenza delle concubine del re, e faremo una escursione ai quattro devale, i templi indù dedicati agli dèi protettori dello Sri Lanka.

5° GIORNO, KANDY – NALLATHANNIYA – PICCO D’ADAMO
Raggiungeremo Nallathanniya, piccolo centro situato alle pendici del picco d’Adamo per un pomeriggio di relax prima della scalata notturna.

Notte tra il 5° e il 6° giorno. Pellegrinaggio lungo le pendici del saro monte Adam’s Peack sulla cui cima all’alba é possibile assistere allo straordinario fenomeno del sole che sale e scende per tre volte nel cielo per salutare il Buddha, vuole la tradizione.

6° GIORNO, PICCO D’ADAMO – NUWARA ELIYA
Rientreremo dal picco di Adamo in tarda mattinata e procederemo verso Nuwara-Eliya. Pomeriggio a disposizione con possibilità di visita alla città.

7° GIORNO, NUWARA ELIYA – HORTON PLAINS – YALA – NIMALAWA
Raggiungeremo Horton Plains, splendido parco naturale nel cuore dell’isola, che si trova su un altopiano ammantato di piantagioni vellutate e punteggiato di fonti zampillanti. Procedendo verso Nimalawa, sosteremo presso la cosiddetta Ella Gap, uno strapiombo nei dintorni della città di Ella, da cui si gode un panorama mozzafiato, e alle cascate di Rawana.

8° GIORNO, NIMALAWA
Arrivo al centro di meditazione di Nimalawa, dove resteremo a praticare con i monaci.

9° GIORNO, NIMALAWA – BENTOTA

Safari al parco nazionale di Yala. Nel pomeriggio proseguiremo verso Bentota, facendo tappa, lungo la strada, a Galle per visitarne il Forte Olandese, il centro storico circondato da mura, suggestivo esempio di architettura del periodo coloniale. A Bentota, alloggeremo in una spa resort che offre trattamenti ayurvedici e programmi yoga personalizzati.

10° GIORNO, BENTOTA
Giornata di relax, tra spiaggia, ayurveda e yoga.

11° GIORNO, BENTOTA – COLOMBO
Trasferimento all’aeroporto e volo di rientro.

A questo viaggio si può aggiungere
AYURVEDA E YOGA SULLA SPIAGGIA, tre giorni di trattamenti, massaggi, esercizi tonificanti e rilassamento nell’incantevole paradise island, sulla spiaggia più bella del paese.