Il bon in Ladakh


Con Voyagesillumination in LADAKH, nella splendida “Valle della Luna”
come esplorazione di un mondo “altro”,
come viaggio onirico in un altro pianeta,
come esperienza interiore meditativa dell’infinito potenziale umano.


 Ladakh

Il Bon in Ladakh

È la religione autoctona dei alcune regioni della fascia Himalayana ed è sopravvissuta – con le sue tradizioni arcaiche sciamanico-animistiche – fino ai nostri giorni.
In Ladakh la scoperta dei tulku (reincarnati) degli oracoli e delle oracolesse, dei monaci e degli yogin di stampo bon è straordinaria, ci proietta in un mondo “altro”, in una visione dell’uomo e della sua psiche che ha molto da darci: è paragonabile al viaggio in un altro pianeta alla scoperta di una stirpe aliena da tutti i modi di concepire l’individuo a cui siamo abituati. La possibilità di ampliamento dei confini mentali che ne segue è un arricchimento straordinario.
Nel Bon come nel Buddhismo tantrico la filosofia mistica e la psicologia naturale hanno un carattere magico e animistico di straordinario valore antropologico. L’elemento filosofico e speculativo si intreccia con una visione magica della vita che si fonda sul senso dell’impermanenza – cioè della contemporaneità di morte e vita – e della non oggettività delle cose.

 Ladakh

Le principali dottrine bonpo sono quelle che fanno riferimento al post-mortem. I sacerdoti bonpo sono degli sciamani psicopompi (conoscitori del post-mortem) ai quali la tradizione attribuisce la facoltà di volare nell’aria al suono del tamburo e di muoversi a piacimento tra i vari mondi. La leggenda li vuole diretti discendenti di saggi abitatori della mitica terra di Shambhala.
Alcuni studiosi considerano il Bon la forma più antica del buddhismo. Di fatto Bon e Buddhismo tantrico risultano profondamente uniti. Oggi è quasi impossibile per un profano distinguere tra seguaci del bon e seguaci del buddhismo tantrico tanto i monasteri, i rituali, le tecniche meditative sono così simili.
Il termine Bonpo è riferito ai seguaci del Bon. Il Bon e le sue influenze nel buddhismo sono presenti ai nostri giorni in Ladakh, Tibet, Nepal, Bhutan e nelle comunità dei monaci bonpo in esilio in India. Monasteri e santuari Bon sono diffusi e attivi in queste regioni.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Lascia un commento